Ghiaccio bollente Fernando Lavezzo

Elvis, il ragazzo che non ha paura

Nel settembre del 2013 Merzlikins debuttava nel Lugano, ora è protagonista in NHL a suon di «shutout»

Image

Sono passati più di sei anni dall’esordio di Elvis Merzlikins con la prima squadra del Lugano. Era il 28 settembre del 2013 e il diciannovenne lettone, titolare degli juniores élite bianconeri, andò in trasferta a Losanna per rimpiazzare l’influenzato Michael Flückiger. Appena sceso dal bus, Patrick Fischer gli disse che avrebbe giocato titolare al posto di Daniel Manzato. Una notizia inaspettata, tant’è che la sua prima reazione fu quella di ingoiare la gomma da masticare. Di solito, prima di una partita, Elvis non dormiva e non mangiava mai. Quel giorno, convinto di trascorrere una tranquilla serata alla transenna, dormì per tutto il viaggio, concedendosi pure una merenda abbondante. Nella bolgia di Malley, il ragazzo non tremò, permettendo al Lugano di imporsi 2-1 ai rigori. Una notte indimenticabile....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1