L’editoriale Paride Pelli

Estremismo senza logica sui tamponi

Leggi l’editoriale del direttore Paride Pelli sugli operatori sanitari licenziati

Image

La notizia dei primi – e speriamo ultimi – licenziati tra gli operatori sanitari in Ticino deve far riflettere: perché oltre a rifiutare la somministrazione del vaccino, scelta legittima anche se non condivisibile, queste persone hanno detto no pure all’innocuo test salivare obbligatorio da inizio ottobre. Un estremismo inutile, un radicalismo arbitrario che non può e non deve mettere in cattiva luce una categoria di lavoratori che per abnegazione e impegno, specialmente nella prima fase più acuta della pandemia, ha meritato e merita la gratitudine di tutta la popolazione ticinese. È soprattutto da questi valorosi della prima ora che ci aspettiamo un messaggio di critica, se non di biasimo, nei confronti dei loro colleghi che con un gesto eccessivo, e francamente incomprensibile, rischiano...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1