Da una vita, per la prima volta, non è a Church Road. Quando ce lo dice non riesce a nascondere il disappunto. «Seguire le partite dal vivo, ve lo assicuro, è tutta un’altra cosa. Se ci penso mi viene il magone. Anzi, mi deprimo». A dirlo è il decano dei giornalisti di tennis, Gianni Clerici, che il 24 luglio compirà 89 anni. «Non parliamo di età. Ognuno ha quella che si sente dentro. Vale per me e, diciamolo pure, vale anche per i fenomeni del tennis. Roger in primis, che l’8 agosto festeggerà i 38 anni. Anche lui, il Divino, può essere considerato un decano. Ma Roger non è il più anziano che ha giocato una finale a Wimbledon. Nel 1974, per chi ha buona memoria (ndr: Clerici dice di non averla) ammirai un allora quarantenne Ken Rosewall, nativo di Sydney, che non riuscì a tenere a bada un...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1