Pandemia Tito Tettamanti

Gli anelli dell’economia e le cifre da spavento

Il commento del finanziere Tito Tettamanti

Image

Potremmo figurarci l’economia come una sterminata sequenza di anelli, dai piccolissimi ai grandissimi, alcuni fragilissimi, altri più resistenti ma tutti delicati. Congiunti gli uni con gli altri costituiscono una immensa ragnatela di interminabili catene. La fragilità, le difficoltà di un anello possono avere impensabili ripercussioni anche su catene più distanti.

Il titolare di un piccolo ristorante è un anello. Obbligato a tener chiuso mette in lavoro ridotto cinque dipendenti che preoccupati rinunciano ad acquisti non indispensabili (si riducono i consumi). Non solo il ristorante, ma anche il vicino parrucchiere, chiusi, non ce la fanno a pagare l’affitto. Sono inquilini in una casa fuori centro con sei appartamenti, acquistata dal proprietario con il capitale riscosso dalla cassa pensione...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1