Il commento Massimo Solari

Gli squilli e la melodia a un passo da Cortina

Le vittorie di Lara Gut-Behrami e Beat Feuz hanno confermato il «magic moment» della squadra rossocrociata: un’ottima notizia a due settimane dai Mondiali di sci alpino

Image

Lo sci alpino non smette di regalare emozioni e - soprattutto - successi ai colori rossocrociati. Cambiano i pendii e le discipline, ma quasi ad ogni gara la Svizzera ha di che gioire. A rendere il tutto ancor più splendido sono poi i weekend come quello appena finito agli archivi. Un trionfo, con Beat Feuz e Lara Gut-Behrami sul gradino più alto del podio. E ciò nonostante le rispettive gare presentassero un coefficiente di difficoltà elevatissimo. Da un lato «Beatone» era chiamato a confermarsi sulla leggendaria Streif, a sole 48 ore dal primo, storico successo lungo un tracciato che si era sempre negato. Dall’altro la ticinese combatteva con i tormenti del fisico, oltre che al cospetto di un SuperG - quello di Crans-Montana - subdolo, disseminato di trappoloni. Le tante vittime illustri...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1