il commento Tito Tettamanti

I colori cangianti delle bugie

Il commento del finanziere Tito Tettamanti

Image

Ho letto che le bugie possono essere bianche, nere o blu. Quelle bianche sono le innocenti affermazioni inveritiere che contribuiscono ad una più tranquilla convivenza e cercano di evitare espressioni che possono inutilmente offendere le suscettibilità altrui, o vogliono persino tentare di nascondere la realtà a chi, ad esempio, non è in buona salute. Oppure i soliti: «Sei sempre uguale, come fai a non invecchiare?» e così via. Aiutano a vivere meglio.

Quelle nere per contro sono l’espressione dell’egoismo quando non della malevolenza. Ci servono a fare scorrettamente i nostri interessi con affermazioni false (o perlomeno esagerate) quando addirittura non contribuiscono a costruire imbrogli.

Quelle blu sono oggi molto di moda. Vengono caratterizzate così le fandonie, con affermazioni talvolta...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1