Due parole sulla foce Bruno Costantini

I lambiccamenti per lo Spritz

Il commento di Bruno Costantini

Image

Abbiamo capito qual è il vero problema di Lugano: la foce. Tutto il resto è noia, come cantava Califano. I limiti e i controlli introdotti lo scorso weekend per l’accesso all’area, allo scopo di garantire il distanziamento sociale ed evitare il degrado, hanno tolto attrattiva. L’affluenza è stata scarsa. Così il busillis è tornato in Municipio che oggi dovrebbe rideterminarsi. Capiamo l’impegno, ma non esageriamo coi lambiccamenti perché si tratta di fastidi grassi. Se il santo non vale la candela nel rapporto tra costi e risultati è inutile ostinarsi. Del resto la chiusura serale della foce non causerà drammi sociali da Spritz mancato e danni d’immagine per la città. Non perdiamo il senso delle proporzioni in questa anomala estate in cui la situazione sanitaria impone ancora di evitare contagiosi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1