Il commento Nicola Martinetti

Il dilemma di «Jaco»

Dopo le dichiarazioni del presidente Renzetti, il futuro dell’attuale tecnico bianconero appare più incerto - Le ultime tre partite, a ben vedere, potrebbero però rivelarsi controproducenti in ogni caso

Image

Al termine della partita contro il Vaduz, nei dintorni di Cornaredo, le discussioni di tifosi e addetti ai lavori erano animate da un unico tema: cosa non va in questo Lugano? Ognuno, ovviamente, promuoveva la propria idea: dalla squadra in debito d’ossigeno all’attenuante degli infortunati, passando per una certa mancanza di personalità palesata dal gruppo allenato da Jacobacci. Tutte, invero, ipotesi plausibili. La lettura più interessante però, è sicuramente stata quella del presidente Angelo Renzetti: «Questa squadra non ha gioco». Una critica tutt’altro che casuale e forse la più pesante da muovere ad un allenatore, il cui compito in fondo è proprio quello di fornire un’identità e un sistema ai propri giocatori. Leggendo tra le righe di quanto affermato dal numero uno bianconero, si intuisce...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1