Il commento Ferruccio de Bortoli

Il disagio crescente nella società francese

Il commento di Ferruccio de Bortoli

Image

Una volta sconfitta la pandemia - speriamo presto - bisognerà fare i conti con i disagi, le nuove povertà e i rancori sociali che nessun tampone sarà in grado di testare. Non è solo una questione di redditi e di posti di lavoro perduti ma soprattutto di psicologia di massa, del malumore di chi si è sentito penalizzato ingiustamente da un virus di cui non ha colpa e osserva il crescere delle disuguaglianze. Il solco fra quella fascia di popolazione, già abbiente, che nella pandemia ha potuto continuare a lavorare e a risparmiare molto di più e la parte, già meno fortunata, che si è inesorabilmente impoverita, è profondo in alcuni Paesi europei, tra questi certamente l’Italia. Negli avvantaggiati cresce la sensibilità per i tempi ambientali e di sostenibilità che saranno al centro delle nuove...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1