l’editoriale Bruno Costantini

Il giallo grottesco delle ruspe

L’editoriale di Bruno Costantini

Image

Gli autogestiti sono il principale problema di Lugano? No, non lo sono, ma non perché siano bravi, buoni e giusti a prescindere, come qualcuno vorrebbe farci credere nell’acritica celebrazione di chissà quale apporto alla «biodiversità culturale», ma perché rappresentano una parte minoritaria della società luganese e ticinese. Non sono il centro del mondo e i numeri della partecipazione alla manifestazione di sabato scorso non devono trarre in inganno. È stato più l’effetto dell’«operazione ruspa», con il suo significato simbolico, che una reale condivisione dei valori «molinari» a far scendere in piazza l’indignazione. Comunque, il risultato è che a nemmeno due mesi dall’inizio della nuova legislatura il Municipio di Lugano si è già incartato. La vicenda ha ormai preso la piega di un giallo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1