In corner Massimo Solari

Il Lugano e la lezione di stile al Chiasso

Le due società non sono mai state così distanti per chiarezza di idee, feeling con i tifosi e credibilità

Image

Sono 33 i chilometri che separano Cornaredo dal Riva IV. Un fazzoletto di terra dove FC Lugano e FC Chiasso si spartiscono il calcio che conta. Eppure le due società, ora come non mai, sembrano distanti anni luce per chiarezza d’idee, feeling con i tifosi e, non da ultimo, credibilità. In fondo è anche una questione di stile. Prendete le ultime ore, coincise con l’estinguersi dei contratti di due difensori che hanno scritto la storia del pallone ticinese: Fulvio Sulmoni (protagonista educato in tutte le piazze cantonali e a Thun) e Bruno Martignoni (campione del mondo con la Svizzera U17 nel 2009).

Con un lungo e dettagliato comunicato la dirigenza bianconera ha riservato il giusto tributo al primo, ringraziandolo per gesta e modi. Al secondo, per altro capitano della squadra, i vertici rossoblù...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1