L’EDITORIALE Bruno Costantini

Il pericoloso limbo politico di Lugano

Leggi l’editoriale di Bruno Costantini

Image

Ogni tanto è utile ribadire concetti già espressi, per esempio che l’autogestione non è il principale problema di Lugano e dei luganesi e anche se sembrerebbe lo sia diventato dopo i fatti della notte tra il 29 e il 30 maggio con la demolizione della parte dell’ex Macello occupata dal centro sociale, non bisogna enfatizzare oltre misura l’episodio dell’altra sera in piazza della Riforma con i sonori fischi dei simpatizzanti dei «molinari» rivolti alla municipale Karin Valenzano Rossi durante il suo discorso del 1. agosto. I «cifolatori» è ovvio che «cifolino», non avendo sinora dimostrato altre particolari capacità comunicative, se non il lancio dei soliti tre slogan sbiaditi contro i fascisti. Sull’altro fronte non bisogna farsi impressionare troppo dalle villanie di «cifoli» e «cifolini»:...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1