L’editoriale Gianni Righinetti

Il vaccino tra paletti stretti e passi falsi

La campagna di immunizzazione tra dosi e sogni - L’editoriale del vicedirettore Gianni Righinetti

Image

La campagna di vaccinazione in Ticino era partita all’inizio di gennaio ed era stata accompagnata da molta euforia e partecipazione prima da parte dei residenti delle case per anziani, poi dagli over 80 al proprio domicilio. Era l’inizio della progressiva rinascita, di una fase alla quale tutti guardavamo con speranza, fiducia nelle Istituzioni, nella ricerca medica e nelle diverse case farmaceutiche che avevano prodotto il prezioso liquido contenuto nelle minute boccette di vetro. Tanto entusiasmo e qualche sogno che, osservati oggi i fatti a mente fredda, erano mal riposti. Le dosi arrivate e quelle promesse non erano già in partenza in grado di soddisfare la richiesta, come pure un necessario ambizioso piano di vaccinazioni per correre verso la meta dell’immunizzazione di massa a vantaggio...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1