La Limmat non è l’Aar possente e non privo di rischi. La Limmat scorre lenta e pacifica e si presta ad un’avventura diventata un must per gli zurighesi (ma ormai anche per turisti giornalieri di fuori porta) durante le calde giornate estive: la discesa in canotto gonfiabile dalla capitale fino a Dietikon. Dieci chilometri di divertimento puro per centinaia di improvvisati marinai – li chiamano Böötli, piccoli battellieri – armati di creme solari, occhiali da sole e cappelli di paglia, riviste e l’immancabile cellulare per ascoltare musica, scattare selfie, cercare di immortalare al volo qualche uccello di passo o il paesaggio circostante - che non sarà quello dei Castelli della Loira ma in estate si lascia gustare -. Navigano su canotti di tutte le misure e di tutti i colori (talvolta sono...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1