Pandemia Paolo Galli

In nome della libertà, ma quale libertà?

Il commento di Paolo Galli relativo agli annunciati allentamenti in Gran Bretagna

Image

Boris Johnson, insomma, ci riprova. Lui sin da subito ha avuto negli occhi quell’obiettivo, l’immunità di gregge. «È la più grave crisi sanitaria in una generazione, moriranno molti nostri cari». Furono queste le parole scioccanti utilizzate dal premier britannico nel marzo dello scorso anno. Mentre tutti chiudevano - l’Italia prima di tutti, noi a ruota -, Londra proponeva di inseguire l’immunità di gregge, senza chiusure. A distanza di un anno e mezzo, o giù di lì, il suono delle sue parole - simili a quelle di allora, anche se allora poi il ripensamento, con tanto di lunghissimo lockdown, fu immediato -, la scorsa settimana e poi di nuovo ieri, ci ha riportati in quella stessa atmosfera. Come allora, anche oggi nutriamo dubbi sulla natura del virus e, soprattutto, sulle sue prospettive....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1