situazioni momenti figure Salvatore Maria Fares

Informazione e confusione

La rubrica di Salvatore Maria Fares

Image

Quando una calamità ha una dimensione universale è inevitabile che se ne parli ovunque e se si protrae è inevitabile che se ne parli continuamente. L’ultima di grande risonanza fu la sciagura di Chernobyl, quando i venti e le piogge portarono le particelle radioattive in altri paesi. Della COVID-19 parlano e scrivono tutti e, a parte i medici, gli scienziati e i giornalisti competenti, molti pretendono anche di conoscerne rimedi e sviluppi.

L’esagerazione ha contribuito anche alla diffusione di un altro virus che è quello del terrore psicologico. Mi sorgono alcune considerazioni sul fatto che si comunichi con termini presi dall’inglese come se fossero di uso corrente anche fra chi non conosce quella lingua, e sono moltissimi fra chi ha un’età che non gli ha permesso l’accesso alle nuove terminologie....

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1