Diritti Barbara Gianetti Lorenzetti

L’8 marzo, il 1971, le donne e la preistoria

Il commento di Barbara Gianetti Lorenzetti

Image

Rieccoci. A poco più di un mese di distanza, torniamo a parlare di rapporti fra generi, di equilibrio e di discriminazioni. Perché, in fondo, è di questo che si tratta. Allora, il 7 febbraio, era per sottolineare i cinquant’anni dalla concessione, in Svizzera, del diritto di voto e di eleggibilità femminile. Oggi, 8 marzo, in occasione della Giornata internazionale dei diritti della donna. Molti, in un profluvio di mimose, la chiamano festa. Ma, a ben guardare, sono ancora pochi (e poche) coloro che possono davvero festeggiare. Partiamo, per ragionarci, dal termine che abbiamo appena utilizzato: concessione. E dal relativo riferimento temporale: 1971. Per chi è nato a cavallo di quegli anni (oppure dopo), sono elementi che stridono, scalfendo la patina di leggera supponenza che spesso avvolge...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1