Il commento Gianni Righinetti

L’abuso sessuale e lo spirito di rivalsa

L’ex funzionario del DSS e i politici che si improvvisano inquirenti - Il commento del vicedirettore Gianni Righinetti

Image

La lettura del comunicato della Corte di appello e di revisione penale (CARP) che ha rincarato la pena nei confronti dell’ex funzionario del DSS (ndr. il cui nome va formalmente celato ancora oggi a protezione delle vittime) genera reazioni contrastanti. In partenza va constatato che in seconda istanza, grado a cui si è giunti per i ricorsi presentati in stereofonia dall’autore del reato (che riteneva troppo severa la sentenza) e dalla procuratrice pubblica (che lo reputava troppo blando), il giudizio è stato inasprito. La sentenza della CARP ha reso più pesante la condanna che, non fosse per il lungo tempo trascorso dai fatti ormai prossimi alla prescrizione al momento del dibattimento in aula, avrebbe potuto essere ancora più severa. La giustizia ha fatto il suo corso, ma resta parecchio...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1