Il commento Gianni Righinetti

L’ascensore dei conti del Cantone

Il coronavirus, le difficoltà e i piani da risalire - Il commento del vicedirettore Gianni Righinetti

Image

Su e giù. Da sempre i conti del Cantone fanno registrare fasi contraddistinte da una serie di avanzi d’esercizio con altre segnate da puntuali disavanzi. Il rosso e il nero sono colori che si alternano, spesso a vantaggio del primo, soprattutto quando si tratta dei conti preventivi, che, tendenzialmente migliorano in sede di consuntivo, sfumando la tonalità del rosso o cambiando radicalmente dal segno «meno» a quello «più». Diversi sono stati i ribaltoni nel corso degli anni, il più delle volte a dare la spinta sono state le entrate fiscali, risultate migliori rispetto alle previsioni, più raramente si è trattato di una corposa minore spesa. Il più delle volte a fare sprofondare i conti del Cantone sono stati i massicci aumenti della spesa, anche a botte di 100 milioni l’anno, spesso per effetto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1