Libano Gerardo Morina

L’incubo di un’altra guerra civile

Il commento di Gerardo Morina

Image

Richiamano quelle dell’11 settembre 2001 a New York le immagini di devastazione che arrivano da Beirut dopo la maxi esplosione avvenuta due giorni fa e probabilmente causata dalla detonazione di una grande quantità di nitrato di ammonio, composto chimico che viene utilizzato come fertilizzante e per costruire bombe. Per ora non c’è un bilancio definitivo di morti e feriti, anche perché ci sono ancora numerosi dispersi: si parla di decine di persone uccise, almeno 135, ha affermato la Croce Rossa del Libano, e di circa 5 mila feriti. Le informazioni sull’esplosione, inoltre, sono ancora parziali. Incidente o attentato? E che cosa conteneva esattamente il deposito in cui veniva custodito il materiale che è esploso o che è stato fatto esplodere? Anche se il Governo libanese ha parlato senza esita...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1