Il commento Alfonso Tuor

L’inflazione non è un fenomeno passeggero

Il commento di Alfonso Tuor

Image

Siamo sempre più vicini al momento in cui i mercati finanziari dovranno svegliarsi dal mondo dei sogni in cui vivono. I sonniferi sono stati forniti dalle banche centrali che hanno continuato a stimolare l’economia, nonostante la resurrezione dell’inflazione e nonostante la crescita si sia fortemente ripresa dopo i mesi più duri della pandemia. Per mantenere i mercati finanziari in uno stato di euforia, le autorità monetarie hanno sostenuto che i rincari sono destinati ad essere temporanei, sebbene l’inflazione abbia raggiunto il 6,2% negli Stati Uniti, il 4,1% in Eurolandia e sia aumentata in ottobre persino in Svizzera all’1,2%. Ma la tesi di un fenomeno passeggero sembra reggere sempre meno, poiché l’inflazione è risorta ovunque e poiché ha cominciato addirittura in alcuni Paesi a tradursi...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1