La traviata Fabio Pontiggia

L’opera più bella di Verdi al LAC

Il commento del direttore Fabio Pontiggia sul ritorno della lirica a Lugano

Image

La più bella delle opere di Giuseppe Verdi al LAC. Con Markus Poschner sul podio dell’Orchestra della Svizzera italiana, Olga Peretyatko, Airam Hernández e Giovanni Meoni nei panni di Violetta, Alfredo e Germont padre, nell’originalissimo allestimento dello Sferisterio di Macerata, datato 1992 ma intatto nella sua dirompente modernità rispettosa della tradizione. Modernità e tradizione: quanto di più verdiano si possa immaginare. È uno dei più bei regali che la rinnovata vita musicale luganese ci farà nel giugno dell’anno prossimo. La prima e tre repliche. L’attesa è grande per gli amanti del melodramma e per i cultori dell’inarrivabile maestro di Busseto. Oltre che agli artisti, all’OSI e a LuganoMusica, dobbiamo dire grazie al LAC: senza questo meraviglioso luogo aperto sul golfo, potremmo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1