Clima Paolo Galli

L’urgenza non si risolve con un colpo di pennello

Il commento di Paolo Galli sulla chiusura della COP26

Image

Nel corso di queste due settimane scarse di COP26, mi è capitato più volte di ripensare a quella storiella cinese riportata da Italo Calvino nelle sue Lezioni americane. Protagonista Chuang-Tzu, tra le cui abilità pare spiccasse anche quella del disegno. Quando il re gli chiese il disegno di un granchio, Chuang-Tzu acconsentì, pretendendo però cinque anni di tempo per realizzarlo e una villa con diversi servitori. Passato questo lustro, ne pretese un secondo. E lo ottenne. Allo scadere dei dieci anni – e qui citiamo direttamente Calvino – «Chuang-Tzu prese il pennello e in un istante, con un solo gesto, disegnò un granchio, il più perfetto granchio che si fosse mai visto». Non siamo sicuri che possa funzionare anche in risposta all’attuale urgenza climatica. Anche perché in questo caso siamo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1