il commento Carlo Rezzonico

La bambagia monetaria minaccia il benessere

Il commento dell’economista Carlo Rezzonico

Image

Le transazioni finanziarie e monetarie degli Stati e delle banche centrali, si tratti di donazioni, crediti o creazione di mezzi liquidi, hanno assunto negli ultimi anni una dimensione enorme e stanno crescendo a un ritmo assai rapido. È una evoluzione preoccupante per le ragioni che espongo nel presente articolo.

Per quanto concerne le donazioni, come sono ad esempio i finanziamenti a fondo perso, la gente comune vede abbastanza facilmente gli svantaggi, sapendo che, come conseguenza, presto o tardi dovrà pagare più imposte o accontentarsi di minori servizi statali. Non pensa invece che, quando viene concesso un prestito a condizioni di favore, la differenza tra il tasso di interesse di mercato e quello applicato rappresenta anch’essa una donazione. Un altro avvertimento va fatto per crediti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1