Il commento Carlo Silini

La Chiesa e la lotta contro la pedofilia

Non sarà l’abolizione del celibato obbligatorio dei preti a cancellare il problema, ma la cura della maturità umana e affettiva dei candidati al sacerdozio

Image

Il Papa non si è fatto sconti, mercoledì, quando – commentando il rapporto indipendente sugli abusi sessuali nella Chiesa cattolica francese – ha parlato di “giorno della vergogna”. L’autocritica non è un autogol: è l’unica via per restituire credibilità a un’istituzione usurata dagli scandali. Bergoglio ha fatto propria la locuzione latina “Ecclesia semper reformanda” (la Chiesa va sempre riformata) inaugurando una stagione di “grandi pulizie”. Nel febbraio del 2019 ha organizzato una riunione di tutte le conferenze episcopali del mondo per dibattere su questo problema, e in dicembre ha abolito il segreto pontificio sugli abusi dentro la Chiesa.

Del rapporto francese impressionano i numeri. Tutte le diocesi hanno creato degli sportelli a cui le vittime di abusi possono rivolgersi. Ma sono poche...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1