economia Lino Terlizzi

La crescita tedesca, l’Europa, la Svizzera

L’editoriale di Lino Terlizzi

Image

I critici sulla Germania sono rimasti nuovamente delusi. Il Prodotto interno lordo tedesco, secondo i dati Eurostat, nel terzo trimestre di quest’anno è cresciuto, seppure di poco: +0,1% sui tre mesi precedenti e +0,5% rispetto a un anno prima. Dopo un secondo trimestre negativo, la Germania non è quindi entrata in una recessione tecnica, data da due trimestri consecutivi con il segno meno. Già l’anno scorso la Germania aveva evitato la recessione tecnica. L’elefante tedesco è lento nei movimenti, ma solido e tenace. La conferma della resilienza germanica è una buona notizia non solo per i tedeschi, ma anche per l’Europa, di cui Berlino rimane locomotiva, e per la Svizzera, che ha nella Germania il maggior singolo partner economico. A parte lo scorno dei molti che avevano previsto con sicurezza...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1