Pandemia e bufale Michele Montanari

La dolce vita dei giornalisti pagati da Bill Gates

Un’annata d’oro per complottisti e analfabeti funzionali: il commento di Michele Montanari

Image

Anche il 2021 è stato un anno d’oro per complottisti e analfabeti funzionali. L’arrivo del vaccino ha infatti riempito i caricatori dei fucili no vax, e l’esercito dei «virologi da tastiera» ha potuto sparare tutte le sue cartucce come fossero munizioni illimitate in un videogioco. Dopo «il virus non esiste» o «non si muore di COVID» del primo anno pandemico, per quelli inizialmente scettici il coronavirus è finalmente diventato reale: hanno trovato il loro prezioso alleato (il virus appunto) per sbugiardare i vaccini, o meglio «i sieri sperimentali». Così, se nel 2020 le ambulanze giravano a vuoto a sirene spiegate per spaventare i cittadini, ora sono altre le tesi prive di fondamento che vanno per la maggiore. In questa fase della pandemia, ogni decesso per malattie cardiovascolari o per...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1
    Taca la bala

    Gianni, l’amico degli africani

    Gli stratagemmi di Infantino per assicurarsi un numero importante di delegati in vista di una sua rielezione nel Congresso FIFA 2023

  • 2
  • 3
    L’editoriale

    Un problema di modi, metodo e idee

    Dal no al «superamento dei livelli» a scuola all’immobilismo della politica - L’editoriale del vicedirettore Gianni Righinetti

  • 4
    IL COMMENTO

    Lo sguardo che ti inchioda di Czeslawa

    Oggi è il giorno della Memoria – Per Prisca Dindo, le gite scolastiche nei luoghi del Male dovrebbero essere obbligatorie – Ecco il racconto del suo viaggio ad Auschwitz e Birkenau

  • 5
    L’editoriale

    Quei capitomboli verso l’orrore

    Nel Giorno della memoria si moltiplicano le iniziative per non dimenticare - Il rischio, di fronte a così tanti eventi, è l’assuefazione - Ma per evitare gli errori di un tempo dobbiamo imporci di capire (e di soffrire)

  • 1