l’editoriale Matteo Airaghi

La falsa coscienza di una civiltà insicura

L’editoriale di Matteo Airaghi

Image

Sembra davvero un precipizio senza fine. Una specie di gioco perverso in cui la fantasia più paradossale, iperbolica e tragicomica viene sistematicamente surclassata dalla realtà. Un travisamento dei valori e delle posizioni che induce la civiltà occidentale ad avvitarsi su se stessa mascherando i suoi errori, le sue fragilità e le sue ingiustizie (che nessuno nega) dietro cosmetiche idiozie politicamente corrette che servono soltanto ad aumentare la confusione e l’ignoranza, minando i princìpi positivi condivisi che ci hanno portato sin qui. E il peggio, appunto, sembra non arrivare mai.

Ancora non ci siamo del tutto ripresi dallo sbalordimento per la formidabile genialata del deputato del Missouri e reverendo Emanuel Cleaver che a Washington, in Campidoglio, al termine della preghiera recitata...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1