Il commento Carlo Silini

La parità di genere al di là della retorica

Perché la femminilità è «sexy» e la mascolinità è «tossica»?

Image

Quando mi imbatto in articoli o interviste sulla parità di genere (ne proponiamo una nel CorrierePiù) applaudo ma mi sento un po’ inadeguato. Sgombro il campo dagli equivoci: sono un convintissimo fautore dell’uguaglianza dei diritti fra donne e uomini. Correndo il rischio di far inorridire i benpensanti, non mi imbarazza definirmi “maschio femminista”. Anche i maschi, infatti, possono essere difensori credibili delle rivendicazioni femminili: nessuno li può accusare di farlo per tutelare i propri interessi.

Certo, poi, a ben guardare promuovere una società che riconosce un pari trattamento alle persone indipendentemente dal loro sesso (ad esempio nei salari) è un vantaggio per tutti. Lo illustra bene Tiziana Ferrario nella summenzionata intervista: «Una maggiore parità fa crescere il PIL dei...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1