Il commento Lino Terlizzi

La ricetta elvetica limita i danni

Il commento di Lino Terlizzi

Image

Considerando gli effetti anche economici del coronavirus, il segno per il Prodotto interno lordo svizzero nel primo trimestre non poteva che essere negativo. Ma il danno, che chiaramente c’è, non supera la misura che si poteva prevedere. Nel secondo trimestre la contrazione sarà con ogni probabilità maggiore, perché riduzioni e blocchi delle attività si sono estesi, ma se tanto dà tanto si può pensare che anche a metà anno i danni possano trovare qui limiti maggiori rispetto a molti altri Paesi industrializzati. Poi, se come si spera non ci sarà un marcato ritorno del virus, nel terzo e quarto trimestre ci sarà la possibilità di porre altri limiti al segno negativo del 2020 e di preparare un rimbalzo nel 2021.

La Segreteria di Stato dell’economia (SECO) indica che nel primo trimestre il PIL...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1