L’opera che vorrei Salvatore Maria Fares

La «Sissi» di Chiattone

La rubrica di Salvatore Maria Fares

Image

Il visitatissimo monumento a Elisabetta d’Austria che si trova a Montreux venne eseguito dal luganese Antonio Chiattone. Non potendo avere l’originale in marmo vorrei il famoso gesso che, conservato al MASI di Lugano, evoca l’imperatrice nota con un nomignolo di grazia: Sissi. Quel volto era stato per anni un’attrattiva di tanti che a Lugano lo vedevano passando sotto il Palazzo dei Chiattone. Antonio Chiattone con il fratello si formò a Brera e svolse la sua prima intensa attività a Milano, che però, non riuscendo ad affermarsi, abbandonò presto tornando a Lugano dove ebbe più richieste. Antonio ebbe anche da Elisabetta d’Austria qualche commissione. La sua Sissi è affascinante e al contempo inquietante con il viso bello e finissimo. Sissi ebbe una storia più malinconica che brillante e Chiattone...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1