Pensieri dal battellino Bruno Costantini

La sorpresa dell’acqua

La rubrica di Bruno Costantini

Image

Questa settimana al porto comunale non si parlava d’altro: il rincaro del 20% delle tariffe dell’acqua annunciato a Lugano subito dopo l’approvazione popolare del PSE. Una stangata di cento franchi in più all’anno per una famiglia di quattro persone che si somma agli aumenti di gas e elettricità. Asia non è né populista né qualunquista, ma l’ho sentita dar ragione a chi sosteneva che quelli là del Municipio non possono sempre pensare di far fessa la gente e che «l’è ura da piantala lì da cüntà sü ball». Che è una tipica espressione che utilizzava il Nano i cui discepoli hanno oggi in mano le leve del potere cittadino. In realtà l’incremento tariffario è motivato dall’aumento dei costi e degli investimenti per garantire la sicurezza dell’approvvigionamento e la qualità dell’acqua; «fondamentalmente»...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1