L’EDITORIALE Paride Pelli

La Svizzera rispetta i non vaccinati

Leggi l’editoriale del direttore Paride Pelli sull’edizione de La Domenica

Image

«Mio corpo, mia scelta» è lo slogan utilizzato da un gruppo di persone a Lugano, venerdì sera, durante una manifestazione pacifica a favore della libertà in tema di vaccinazione e contro il certificato COVID. Persone con ogni probabilità non vaccinate, che con lo scorrere delle settimane e l’arrivo degli impegni e dei piaceri autunnali vedono la loro libertà individuale ridursi non di poco in seguito alle misure restrittive che la Confederazione sta progressivamente introducendo.

Ai manifestanti di venerdì sera e ai loro simpatizzanti non deve però sfuggire una constatazione: rispetto ad altre realtà, anche le più limitrofe, la Svizzera sta facendo il possibile a tutela dei diritti delle persone non vaccinate. Lo dimostra l’ultima decisione del Consiglio federale, che ha evitato una stretta...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1