Il commento Gianni Righinetti

Le due donne del PPD e lo sgambetto

Il partito propone Maddalena Ermotti-Lepori, il Gran Consiglio elegge l’autocandidata Nadia Ghisolfi - Chi ci ha messo lo zampino?

Image

Erano anni che l’avvicendamento nell’Ufficio presidenziale si svolgeva all’insegna della tranquilla tradizione del turn over tra partiti di Governo e nel rispetto delle indicazioni fornite dai singoli gruppi parlamentari. Sul finire degli anni Novanta e negli anni Duemila all’inizio di maggio in aula non mancava mai la polemica con qualche partito pronto allo sgambetto, in particolare la Lega, sempre pronta a fare un po’ di caos in quella che oggi è diventata l’ovattata aula del Parlamento nella quale a dominare non è tanto la politica delle idee, quanto un modo di fare molto amministrativo e poco politico. Pochi ormai sono i sussulti, le sorprese e le decisioni inattese. Ma ogni tanto capita che il sempre più rigido protocollo venga stravolto. Ed è quanto accaduto ieri per il posto di secondo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1