L’editoriale Gianni Righinetti

Le finanze e il sapore di tutto e di niente

Il taglio alla spesa dall’«esclusivamente» al «prioritariamente» - Leggi l’editoriale del vicedirettore Gianni Righinetti

Image

Il risanamento delle finanze cantonali ha tenuto banco nelle ultime settimane e ha conosciuto una prima decisione da parte del Gran Consiglio che ha visto l’UDC (7 deputati su 90) e il suo capogruppo Sergio Morisoli ottenere un successo insperato grazie una mossa che ha mandato in tilt l’intero sistema parlamentare. A settembre, nel corso della discussione sul Consuntivo 2020 (conti ormai passati, sorpassati dalla questione pandemica e giunti in ritardo sui banchi del Legislativo) Morisoli ha gettato le basi per un colpo politico da scacco matto. In prima battuta ha messo sul tavolo una proposta di emendamento che invitava i suoi sostenitori ad impegnarsi per il pareggio del conto economico entro il 2025 «con misure esclusivamente di contenimento della spesa». Poi, di fronte a qualche rimbrotto...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1