il commento Emanuele Gagliardi

Le notti dei bancomat e dei ladri

Il commento di Emanuele Gagliardi

Image

I bancomat del Ticino (e di altri cantoni) avranno tirato un sospiro di sollievo alla notizia dell’arresto del trentottenne bulgaro giunto giorni fa in estradizione dalle Antille olandesi: l’uomo, secondo gli inquirenti, è responsabile con altre persone della manomissione di numerosi apparecchi, grazie alla quale ha potuto ottenere dati indispensabili alla clonazione di carte di credito o bancarie utilizzate, in seguito, soprattutto in Indonesia. Causando danni patrimoniali non da poco. Hanno tirato un sospiro di sollievo perché gli investigatori, nel dare la notizia, hanno segnalato che in seguito ai primi arresti dei componenti la banda, in tutta la Svizzera è praticamente cessato il fenomeno della manomissione, con questo sistema, dei bancomat. Contenta pure la popolazione per i recenti...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1