Vün, dü, trì, Qatar Massimo Solari

Le spaccature di Belfast e gli unionisti da bar

Nella capitale sono molti i luoghi che suggeriscono la natura e le contraddizioni del Nord Irlanda: e fra questi vi sono sicuramente i pub

Image

Non dev’essere semplice, nascere a Belfast. E, crescendo, convivere con l’etichetta del naufragato o dell’iracondo. Impossibile, d’altronde, cancellare la storia e le sue diramazioni talvolta insondabili, talvolta improvvise. Negli anni, fede, ambizione e speranza, hanno sospinto e al contempo azzoppato i nordirlandesi. Lo fanno tutt’ora, sotto un cielo che fatica maledettamente a rinunciare al grigiore. Tenuti a distanza di sicurezza dalla serenità, gli abitanti dell’Ulster preferiscono far parlare i luoghi. Muri e murals. Vecchie navi e nuovi progetti.

A dominare la capitale sono Samson e Goliath. Due imponenti e filiformi gru gialle, sentinelle sulla sponda orientale del River Lagan. In qualche modo sembrano avvertire sia chi arriva per mare sia chi atterra dal cielo. «State per mettere piede...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1