Il commento Massimo Solari

Lichtsteiner, un simbolo che lascia un’eredità pesante

Chi succederà a «Lichti» saprà indossare e interpretare la fascia di capitano della Nazionale con lo stesso attaccamento?

Image

Una conferenza stampa per dirsi addio e, soprattutto, grazie. Fianco a fianco, ASF e Stephan Lichtsteiner hanno voluto sublimare un legame profondo e sincero. Esemplare anche, seppur non privo di qualche frizione. Il capitano lascia a dieci piccoli passi dal record di presenze di Heinz Hermann. Uno smacco solo parziale, poiché «Lichti» chiude la sua avventura in rossocrociato con le stimmate del simbolo. Hai detto poco. In un mondo - quello del calcio - vieppiù svuotato di valori, sono sempre di meno i punti di riferimento affidabili non solo sul campo. Una mostrina che il nostro potrà invece mostrare con orgoglio.

I numeri, d’altronde, sono di quelli importanti. 108 gettoni con la «Nati» e una carriera da protagonista, soprattutto in Italia sponda Juventus. Per dire: in Serie A nessun altro...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1