Il commento Marcello Pelizzari

Michel Platini: il fuoriclasse che amava il deserto

Mentre l’ex presidente dell’UEFA prova a dribblare le accuse di corruzione il Mondiale in Qatar appare sempre più problematico

Image

Michel Platini era un fuoriclasse. In campo, soprattutto. Ma anche come dirigente se la cavava piuttosto bene. E poi? Cos’è successo? Tante, troppe cose. Fra accuse, squalifiche e nuovi giri sull’ottovolante della giustizia. Il re è caduto ancora, urlano i detrattori. Quantomeno è finito nel tritacarne. Sullo sfondo c’è il Qatar, un deserto dove i diritti umani raramente vengono...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1