il commento Emanuele Gagliardi

Monetine, parcheggi e sospetti

Il commento di Emanuele Gagliardi

Image

Il lockdown è finito, almeno così si spera (anche se da più parti si predica prudenza per evitare un pericoloso ritorno di fiamma del coronavirus) e anche la malavita (purtroppo) ha ripreso la sua attività. Quasi in sordina, per non dare nell’occhio: ma, dopo alcuni mesi di forzata inattività, ha rialzato la testa e ha iniziato a muoversi, di nuovo, sul territorio. La polizia vigila e si occupa di tutto quanto viene segnalato, compresi gli episodi quotidiani che interessano la microcriminalità e che vedono, guarda caso, ancora una volta al centro le persone anziane: le medesime che, sino a poco tempo fa, erano state relegate in casa (durante il periodo più pericoloso della pandemia) per evitare di entrare in contatto con il virus invisibile.

Adesso è la volta dei ladri (non solo) di monetine,...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1