Pensieri dal battellino Bruno Costantini

No vax e no trax

La rubrica di Bruno Costantini

Image

Da diversi giorni Asia, mentre con il battellino facciamo le nostre traversate verso Cavallino carichi di Barbera fatto col mulo, si chiede dove sarà mai finita la bandiera sezionale del Partito socialista di Lugano che nessuno trova più. Ci siamo guardati in giro attentamente nel lago e abbiamo ispezionato anche le rive, aiutando un amico a sbarazzarsi dell’infestante balsamina ghiandolosa dalle parti delle vecchie cave di Caprino. Non si sa mai, il mondo è pieno di burloni autogestiti che se ne fanno un baffo di simboli e valori e che magari fanno usi inappropriati dei gonfaloni. Certo che è un po’ il colmo l’inopinato smarrimento. Per forza poi che da Bellinzona cala il Pino Sergi pronto a issare la bandiera trotzkista dove i compagni rosso-sbiadito del Ceresio stanno cercando di ritrovare...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1