LUGANO John Robbiani

Nobel mancato e popcorn al caldo

Il commento di John Robbiani

Image

Ora è ufficiale: il Municipio di Lugano non vincerà il Nobel per la pace. Ci riferiamo chiaramente alla dichiarazione rilasciata martedì al CdT dal sindaco Michele Foletti. «Se riusciremo a designare il vicesindaco senza votare credo che ci daranno il premio». Ma un voto è stato necessario e Roberto Badaracco (PLR) l’ha spuntata su Lorenzo Quadri (Lega), che per la seconda volta - il precedente risale al 2013 quando l’Esecutivo gli preferì Giovanna Masoni Brenni - deve rinunciare all’idea di diventare il numero due di Palazzo civico. Una scelta, quella di Badaracco, logica se si considera la volontà di ripartire – dopo i macigni piovuti sull’Esecutivo in questo inizio di legislatura – con una più ampia condivisione delle responsabilità tra i due principali partiti.

«Distensione politica – ci...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1