L’opinione Giovanni Pedrazzini

Non abbiamo vaccini per i pazienti ad alto rischio

La parola al primario di cardiologia Giovanni Pedrazzini

Image

La questione dei vaccini è chiara a tutti: non ne abbiamo abbastanza e non tutti proteggono nello stesso modo. Detto questo, e riconoscendo la bontà del lavoro fatto dalle Autorità, è forse giusto riflettere sulle scelte operate dal Consiglio Federale e dal Cantone. È chiaro che quando la coperta è corta qualcuno avrà freddo; la domanda è se queste scelte sono realmente state operate nel modo migliore o se, sulla base delle conoscenze attuali, si sarebbe potuto agire diversamente. Di fatto a fine febbraio sono state messe in sicurezza le case per anziani, con vaccinazioni a tappeto degli ospiti e del personale, e si stanno ultimando le vaccinazioni degli over 80. Resta purtroppo ancora completamente scoperta la fascia di tutti i pazienti definiti, secondo chiare indicazioni della letteratura...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1