Svizzera-UE Giovanni Galli

Non serve forzare le tappe

L’editoriale di Giovanni Galli

Image

È ormai trascorso più di un mese dalla fine del riconoscimento dell’equivalenza della Borsa svizzera da parte dell’UE. Ma il provvedimento, deciso in modo unilaterale da Bruxelles per spingere la Confederazione ad approvare l’accordo istituzionale, non sembra aver sortito nessun effetto tangibile. Anzi, stando a quanto riferito l’altro giorno dalla RSI, in luglio il volume delle...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1