L’editoriale Osvaldo Migotto

Non solo la pandemia tra le sfide del 2022

Dall’emergenza migranti alle tensioni tra Occidente e Russia, il nuovo anno si preannuncia complesso per la comunità internazionale

Image

Stiamo per lasciarci alle spalle un 2021 in buona parte caratterizzato da un’emergenza sanitaria che ormai da due anni sta stravolgendo il nostro modo di vivere. La battaglia non è facile e la comparsa di nuove varianti del coronavirus, come visto, non fa che complicare le cose. Mondo scientifico, autorità sanitarie e politiche stanno facendo del loro meglio, o almeno così si spera, per tenere testa a un nemico invisibile che non dà tregua al mondo intero. Il fatto che non tutti accettino le strategie di volta in volta adottate per far fronte alla gravità della situazione non rende certo le cose semplici. Alle spalle ci lasciamo i lutti e le sofferenze che la pandemia ha causato da noi e nel resto del mondo, con la consapevolezza che la battaglia continuerà anche nel nuovo anno.

Non vanno però...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1
    Taca la bala

    Gianni, l’amico degli africani

    Gli stratagemmi di Infantino per assicurarsi un numero importante di delegati in vista di una sua rielezione nel Congresso FIFA 2023

  • 2
  • 3
    L’editoriale

    Un problema di modi, metodo e idee

    Dal no al «superamento dei livelli» a scuola all’immobilismo della politica - L’editoriale del vicedirettore Gianni Righinetti

  • 4
    IL COMMENTO

    Lo sguardo che ti inchioda di Czeslawa

    Oggi è il giorno della Memoria – Per Prisca Dindo, le gite scolastiche nei luoghi del Male dovrebbero essere obbligatorie – Ecco il racconto del suo viaggio ad Auschwitz e Birkenau

  • 5
    L’editoriale

    Quei capitomboli verso l’orrore

    Nel Giorno della memoria si moltiplicano le iniziative per non dimenticare - Il rischio, di fronte a così tanti eventi, è l’assuefazione - Ma per evitare gli errori di un tempo dobbiamo imporci di capire (e di soffrire)

  • 1