Il commento Osvaldo Migotto

Per Emmanuel Macron un 2022 colmo di sfide

Un percorso ad ostacoli: dalla presidenza francese dell’Unione europea alla corsa all’Eliseo che si conclude in aprile

Image

Per l’attuale inquilino dell’Eliseo, Emmanuel Macron, il 2022 sarà un anno decisivo. Sul campo lo attendono infatti due sfide cruciali: il semestre UE a guida francese, appena iniziato, e le elezioni presidenziali che si terranno il prossimo mese di aprile. Nella peggiore delle ipotesi il più giovane capo dello Stato transalpino potrebbe uscire sconfitto nel voto nazionale e, di conseguenza, dovrebbe anche cedere la guida della presidenza francese dell’Unione europea al suo successore. Ipotesi che non può essere esclusa, considerato che lo scorso 7 dicembre, per la prima volta, un sondaggio sulle presidenziali francesi ha dato Macron perdente. L’indagine demoscopica condotta da Elabe Opinion ha infatti indicato la sconfitta del presidente uscente al ballottaggio e la vittoria della candidata...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1
    IL COMMENTO

    Lo sguardo che ti inchioda di Czeslawa

    Oggi è il giorno della Memoria – Per Prisca Dindo, le gite scolastiche nei luoghi del Male dovrebbero essere obbligatorie – Ecco il racconto del suo viaggio ad Auschwitz e Birkenau

  • 2
    L’editoriale

    Quei capitomboli verso l’orrore

    Nel Giorno della memoria si moltiplicano le iniziative per non dimenticare - Il rischio, di fronte a così tanti eventi, è l’assuefazione - Ma per evitare gli errori di un tempo dobbiamo imporci di capire (e di soffrire)

  • 3
    Partygate

    Il senso di Johnson per la sbronza

    Da Downing Street a Boozing Street, passando per Clowning Street, la parabola discendente di «BoJo» continua – Leggi il commento di Antonio Caprarica

  • 4
  • 5
  • 1