In corner Massimo Solari

Petkovic e il coraggio di cambiare

Le ultime partite della Nazionale hanno fatto emergere la difficoltà di alcuni giocatori - Forse è giunto il momento di rivedere alcune gerarchie

Image

Non per forza si tratta di seguire alla lettera il credo di Gabriele D’Annunzio. «Memento audere semper. Ricorda di osare sempre» disse il Vate. Più prosaicamente, il commissario tecnico della Nazionale Vladimir Petkovic farebbe però bene a interrogarsi su alcune posizioni all’interno della squadra. E questo, perché no, con l’obiettivo di adottare alcuni cambiamenti coraggiosi. Assumendosi, certo, dei rischi.

Le ultime due uscite dei rossocrociati rappresentano un buon punto di partenza per affrontare la questione. Da un lato l’asettica prestazione di Madrid, dove non abbiamo fatto male - guai anche solo a pensarlo - ma abbiamo forse badato di più a non sfigurare sul piano dell’ordine, della tattica. Dall’altro troviamo invece il brio e l’audacia mostrati con la Germania, figli di un modulo...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1