L’editoriale Paride Pelli

Piccoli acquisti, grandi segnali

Il commento di Paride Pelli

Image

Il non breve periodo di pandemia e di lockdown da COVID-19 ci ha proiettati in una dimensione nuova e sconosciuta per una società come la nostra, basata in larga parte sui consumi. Certo i beni di prima necessità sono rimasti sempre o quasi alla portata di tutti (al netto del poco edificante assalto iniziale ai supermercati e dei conseguenti scaffali desolatamente vuoti), ma la preoccupazione per la curva epidemiologica ha ben presto distolto l’attenzione dalle nostre compere non food, che vanno dal non strettamente necessario fino allo smaccatamente superfluo. I nostri desideri d’acquisto sono rimasti per lunghe settimane chiusi nel cassetto, in lockdown anche loro, e lo shopping, per alcuni di noi una sorta di richiamo seducente, anche troppo, è stato messo obbligatoriamente da parte, con...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1