Ferrovie federali Bruno Costantini

Quando la fiducia deraglia

Il commento di Bruno Costantini

Image

Le FFS sono un partner ostico e talvolta poco trasparente. Il Ticino lo ha già sperimentato con l’annosa vicenda delle Officine poi risoltasi con la scelta del male minore ma con chiamata alla cassa dei contribuenti ticinesi e bellinzonesi per 120 milioni di franchi destinati al nuovo sito industriale. Ora dall’ex regia federale arriva la sorpresa che il nuovo orario derivante dall’apertura della galleria di base del Ceneri da dicembre slitterà all’aprile del 2021 perché ci sono ritardi su alcune opere collaterali. Può anche starci che vi siano dei ritardi, ma ciò andava tempestivamente comunicato al Cantone, che invece si è trovato di fronte al fatto compiuto quando proprio la scorsa settimana il Gran Consiglio ha votato il credito di 461 milioni per il potenziamento del trasporto pubblico...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1