La riflessione Roberto Cotroneo

Quando la lacrima è comunicazione

Il pianto pubblico dilaga, soprattutto in televisione, sull’onda di un moderno sentire secondo il quale i sentimenti non sono più un elemento che fa parte della sfera privata bensì un qualcosa da esporre e da condividere in pubblico

Image

All’inizio sembrava un caso, perché qualche volta può accadere. Poi sommi un evento, ne aggiungi un altro e cominci a pensarci un po’ su. E allora cerchi tra i tuoi libri, soprattutto quelli di storia sociale e culturale, e ti domandi se nel passato accadeva e come avvenisse. E poi ti dici: certo, questa è una società dove lo spettacolo, l’essere pubblici, il mostrarsi ha una spinta...

Vuoi leggere di più?

Sottoscrivi un abbonamento per continuare a leggere l’articolo.
Scopri gli abbonamenti al Corriere del Ticino.

Abbonati a 9.- CHF

Hai già un abbonamento? Accedi

©CdT.ch - Riproduzione riservata
Ultime notizie: Commenti
  • 1